Non buttiamoci giù

Non buttiamoci giù

[testimonial image=”” name=”Nick Hornby” title=”Non buttiamoci giù”]

Perché è più facile buttarsi nel vuoto che accettare le conseguenze di quello che hai fatto?

[/testimonial]

Questa volta ho voglia di un po’ di leggerezza, la primavera è arrivata e soffia un vento diverso in questi giorni, così ho pensato di farvi conoscere un libro di uno scrittore contemporaneo: Nick Hornby. Non si ha la pretesa di assurgerlo ai grandi della letteratura, ma, a volte, fa piacere leggere dei romanzi più scanzonati e leggeri. In questi giorni Non buttiamoci giù è tornato alla ribalta grazie all’uscita del film, anche se la mia conoscenza del testo risale a qualche anno fa, appena era uscito in Italia.

hornby

Nick Hornby

La storia è presto detta: due uomini e due donne si ritrovano sul tetto di un palazzo la notte di capodanno, tutti pronti a farla finita. Martin a causa di uno scandalo sessuale, Maureen per la fatica di accudire un figlio disabile, Jess per la scomparsa di sua sorella e JJ a causa del vuoto che ha nella sua vita. I quattro fanno un patto: non suicidarsi fino a San Valentino. Da quel momento le loro vite si intrecciano e cambiano, giorno per giorno, scoprendo un’amicizia e una solidarietà imprevista.

Seppur con tono leggero e divertente, Hornby tratteggia uno spaccato di dolore, che però non condanna inevitabilmente i protagonisti, anzi, li salva attraverso la riscoperta delle bellezze della vita: amore e famiglia.

aaronpaul

Una scena del film

In apparenza il romanzo è leggero, ma nasconde temi profondi come quello della solitudine, della disabilità e della distruzione dell’individualità. La salvezza è però a portata di mano e lo scrittore ci porge il suo aiuto nel ritrovare la speranza di gioire ancora nella quotidianità della vita.

Vale la pena di leggerlo o, se preferite, di dare un’occhiata al film, carino e divertente, anche se senza grandi pretese. Vi segnalo la presenza di Aaron Paul ( Jesse Pinkman in Breaking Bad) nei panni di JJ e di Pierce Brosnan nel ruolo di Martin, decisamente lontano dal ruolo di 007!

Author

Sara Elisa Riva
Dottoranda in letterature comparate, laureata in Scienze dei beni culturali con specializzazione in storia del teatro e del cinema. Ex pianista, attualmente si occupa di portare avanti il proprio progetto di ricerca universitario, in concomitanza scrive, soprattutto narrativa e pièce teatrali. Nel tempo libero legge tantissimi libri, guarda film internazionali e serie televisive statunitensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *